Все для WEB и WordPress
WEB и WordPress новости, темы, плагины

Come aprire un barbiere da solo?

0

Proprio parrucchiere: tre passi per un sogno

Un parrucchiere o un salone di bellezza è piuttosto un tipo di attività femminile. Chi, se non belle donne, è la più facile da capire tendenze e tendenze della moda, metodi di cura dei capelli e miglioramento dei capelli, nonché accessori che possono aggiungere ancora più fascino alle donne e un aspetto maschile al sesso più forte? Ma se sorge la domanda "come aprire un parrucchiere da solo?" ci sono problemi che portano all’insicurezza. Ci sono difficoltà finanziarie, legali, organizzative, che però scompaiono con il giusto approccio al business.

Come aprire un parrucchiere da solo: passo uno: finanze ed esperienza

Più precisamente, al contrario, dovresti prima acquisire esperienza e studiare tutte le sfumature del caso, che diventerà una direzione aziendale. Questo è abbastanza facile da fare, anche se richiede tempo. Dovresti lavorare per un paio d’anni nel salone, dove ci sono davvero maestri di classe extra. Non pensare che per tutto questo tempo ai principianti sia consentito al massimo di spazzare il pavimento o fornire strumenti. Coloro che sono bravi con le forbici e hanno buon gusto, oltre al senso dello stile, i maestri lo notano quasi subito e li prendono come studenti.

Come aprire un barbiere da solo?

Due anni sono sufficienti per apprendere le complessità della professione e acquisire una piccola, ma propria base di clienti. Parallelamente si possono fare i capelli per chi non può permettersi di andare in salone, a casa e a prezzi più convenienti. Alla fine, il "passaparola" farà il suo ruolo e il telefono di un abile artigiano verrà registrato in molti taccuini o contatti di telefoni cellulari. Avendo "riempito" la base di clienti, puoi facilmente risolvere il problema principale di qualsiasi nuovo salone o parrucchiere: la presenza e il riempimento della cassa.

Come aprire un barbiere da solo?

Pertanto, qualsiasi investimento si ripagherà il più rapidamente possibile. I servizi a domicilio dovrebbero essere regolarmente ampliati imparando cose nuove. I materiali di consumo devono essere efficaci e di alta qualità. L’opzione ideale è se il tuo assortimento contiene qualcosa di super efficace, con un effetto "wow!". Allora non sarà così difficile suscitare interesse e conquistare la fiducia del consumatore.

Come aprire un barbiere da solo?

Se hai già i soldi per aprire il tuo parrucchiere, puoi saltare il primo passaggio. Ma poi dovrai spendere di più in pubblicità, bonus interessanti che attirano clienti e altri eventi che possono suscitare interesse nell’ente. Sì, e l’esperienza acquisita nel processo di lavoro nel salone diventerà davvero utile, ma non dovresti solo imparare dagli assi le complessità dello styling, ma anche, se possibile, approfondire le questioni organizzative. In una parola, "duro nell’insegnamento – facile in battaglia" – questo è ancora il grande Suvorov ha detto.

Fase due: cosa aprire esattamente qualcosa?

Questo è un passo importante: decidere il tipo di parrucchiere. Sarà un normale stabilimento in stile economico, un salone di bellezza, un salone termale o un parrucchiere con un negozio che vende accessori vari, prodotti per lo styling e la cura dei capelli e accessori decorativi? Quest’ultimo è preferibile perché permette di percepire una rendita complessiva. Solo decidendo esattamente cosa aprire, tenendo conto dell’area, della solvibilità della popolazione, dell’occupazione principale e dell’età media, puoi cercare il codice OKVED più adatto. Sulla base di esso, verranno elaborati i documenti pertinenti.

Come aprire un barbiere da solo?

Un normale parrucchiere dovrebbe avere almeno tre stanze: uomo, donna e manicure, oltre a una sala abbastanza spaziosa. I prezzi in tali stabilimenti, di regola, sono democratici, ma non funzionerà per chiedere molto ai padroni. L’elenco dei servizi è piccolo: tagli di capelli di base, styling, colorazione dei capelli, acconciature da sposa e assistenza nella scelta di un’immagine. Un maestro di manicure fornisce una gamma di servizi che dipendono dalle sue qualifiche e attrezzature.

Il salone di bellezza, oltre a tagli di capelli e altre cose, fornisce servizi di massaggiatore, truccatore, extension per capelli e ciglia, depilazione e altro ancora. La politica di un salone di bellezza decente è tale che, una volta entrato, il cliente deve andarsene, dopo aver corretto in sé tutte le carenze estetiche. Di conseguenza, dovrebbe essere utilizzato anche più spazio. La spa è tutto quanto sopra più tecniche di rilassamento speciali.

Alla domanda su come aprire un parrucchiere da solo, non dovresti scontare il negozio di cosmetici senza lasciare il registratore di cassa. È utile utilizzarlo per la vendita di beni per la distribuzione e programmi di affiliazione: cosmetici per viso, corpo e capelli, profumi, accessori, prodotti per lo styling. Senza liquidare una percentuale esorbitante, puoi ricevere entrate dalle vendite al dettaglio, nonché una percentuale secondo i termini del programma di affiliazione.

Come aprire un barbiere da solo?

Inoltre, è più facile inventare vari eventi allettanti per i quali i clienti andranno in questo particolare salone di bellezza. Anche le piccole cose sono importanti, ad esempio, è possibile installare alcuni tester di profumo vicino al banco della reception. Alla fine del lavoro del maestro, ogni cliente può scegliere il profumo che preferisce e spruzzarlo. Come opzione: un campione di shampoo professionale o balsamo per capelli come regalo. Secondo le statistiche, 8 clienti su 10 acquistano successivamente un’intera bottiglia di profumo che solleva il morale o prodotti per la cura dei capelli.

Fase tre: come aprire un parrucchiere da soli e non sbagliare?

Vale la pena prestare attenzione all’atmosfera interna della cabina. Musica soft, odori piacevoli, un refrigeratore con acqua calda e fredda nella hall, una scorta di tè, zucchero e caffè alla reception, riviste patinate alla moda sul tavolo: tutto questo ha un effetto letteralmente magnetico sui clienti. Non dimenticare che, oltre al brevetto per la fornitura di servizi di parrucchiere, esiste un determinato pacchetto di documenti aggiuntivi. In particolare, si tratta di permessi di SES, protezione antincendio, Rospotrebnadzor e così via.

Come aprire un barbiere da solo?

I locali devono soddisfare pienamente i requisiti dei servizi di cui sopra, altrimenti i problemi sono inevitabili in futuro. Ad esempio, un rappresentante dei vigili del fuoco può vietare il funzionamento di uno stabilimento se le pareti sono ricoperte da carta da parati. È obbligatorio disporre di acqua fredda e calda, ventilazione, fognature, attrezzature adeguate e materiali di consumo usa e getta.

Un’attrezzatura di alta qualità semplificherà notevolmente anche il problema chiamato "come aprire un parrucchiere da solo?". Potrebbe non essere il più moderno, ma le sue qualità di lavoro devono essere impeccabili. Non devi investire immediatamente in un costoso asciugacapelli o nell’ultima lavatrice di modello. La cosa principale è che l’attrezzatura è di alta qualità e pratica e nel tempo, se lo si desidera, sarà possibile acquistare attrezzature più eleganti per la bellezza esterna del parrucchiere.

Come aprire un barbiere da solo?

Per quanto riguarda il personale, vale la pena assumere appassionati nel loro campo. Coloro che cercano costantemente l’eccellenza, seguono corsi, escogitano qualcosa di nuovo, fanno il tifo per il risultato. Il sistema di pagamento più efficace è misto. Un piccolo stipendio dovrebbe essere integrato da percentuali del lavoro svolto, quindi ci sarà un sincero interesse per un aumento costante del numero di clienti.
Il carrierismo è una ricerca senza principi (secondo alcuni) del successo personale in qualsiasi attività.

Lo psicologo, psichiatra e psicoanalista ungherese L. Szondi, basandosi sui risultati della sua ricerca, ha scritto che un desiderio ossessivo di fare carriera può essere il risultato di un tentativo di dimenticare uno psicotrauma. Una persona del genere si allontana dalla risoluzione di problemi personali, concentrandosi sulle attività professionali ai fini della crescita professionale. Lo psicotrauma che ne deriva cambia i principi morali ed etici dell’individuo. Dopo aver raggiunto l’obiettivo desiderato, una persona del genere può sperimentare una depressione traumatica incompleta.[1]

Un piano di carriera personale è un "navigatore" personale per una persona che costruisce la sua carriera, descrivendo obiettivi (a lungo, medio, breve termine) e modi per raggiungere, in base alla missione personale, i valori e lo stile di vita desiderato (vedi esempio nella sezione collegamenti).

C’è una visione dell’avanzamento di carriera come una conquista dell’incompetenza umana o professionale chiamata Principio di Peter.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More