...
Все для WEB и WordPress
WEB и WordPress новости, темы, плагины

Romy Schneider: Una fine sfortunata per una storia felice

2

In onore del compleanno dell’attrice, allforwomen.inform.click ha ricordato i fatti della sua biografia

L’attrice di origine austriaca ha ricevuto il suo primo ruolo non appena aveva 17 anni. La principessa Sisi è diventata per molti anni un riflesso della giovane star dello schermo: non le potevano essere offerti altri ruoli nella Germania del dopoguerra. Schneider ha cercato di evitare di interpretare personaggi ingenui e comprensivi, ma il tempo di recupero dagli infortuni ne ha dettato i termini. L’industria cinematografica tedesca degli anni ’50 era dominata dal genere Heimatfilm (film della patria), un prodotto unico della mentalità del dopoguerra, ambientato in ambienti rurali sentimentali e idealizzati e basato su trame prevedibili e morali semplicistiche. “Sì, allora amavo questo ruolo", ha osservato Schneider, “ero una principessa non solo davanti alla telecamera. Sono sempre stata una principessa. Ma un giorno non volevo più essere una principessa".

Romy Schneider: Una fine sfortunata per una storia felice

Nuovo percorso professionale

Romy Schneider e Alain Delon annunciarono il loro fidanzamento nel 1959. Schneider è fuggita da Berlino per l’abbagliante Parigi per stare con il suo amante francese e collega attore Alain Delon, creando uno scandalo nazionale. “Stavo cercando di uscire da questa camicia di forza, da questo piccolo mondo angusto. Volevo allontanarmi dalla routine che avevo in Germania. Parigi è diventata un nuovo mondo, una nuova vita. Avevo bisogno di questa libertà e l’ho sfruttata al massimo”, ha ammesso Romi. Parigi divenne la "base" artistica di Schneider: divenne la musa ispiratrice dei grandi registi dell’epoca, tra cui Lucino Visconti, Orson Welles, Otto Preminger e Claude Saute. Romi ha completamente abbandonato l’immagine di una ragazzina ingenua e ha interpretato ruoli complessi, sexy e provocatori.

Metamorfosi

I critici cinematografici e gli appassionati di cinema sono affascinati dalla trasformazione artistica di Schneider fino ad oggi. I film in cui ha recitato in Francia erano diversi da quelli in Germania. "Devi ammirare la sua capacità di cambiare", ha detto il critico cinematografico Martin Hamdorf. Ma per fare la trasformazione, era importante lasciare la Germania ed entrare a far parte di una tradizione cinematografica diversa. "Non credo che avrebbe avuto la possibilità di svilupparsi ulteriormente in Germania", ha detto Hamdorf. "Il panorama del cinema tedesco a quel tempo era semplicemente triste e triste". Schneider ha ricevuto numerosi premi, tra cui un Academy Film Award francese e un German Film Award nel 1977.

Romy Schneider: Una fine sfortunata per una storia felice

Vita personale tempestosa

Schneider è apparsa più spesso nei film francesi negli anni ’70, ma il successo a lungo termine dell’attrice sullo schermo è stato impossibile a causa degli eventi della sua vita personale. Dopo essere stata scaricata da Alain Delon, ha sposato il regista tedesco Harry Meyen. Meyen si suicidò e il loro figlio morì in un incidente nel 1981. Schneider divenne sempre più dipendente dall’alcol e dai tranquillanti. Secondo i suoi biografi, era combattuta tra la fama, il desiderio di avere successo e il desiderio di una vita normale.

Romy Schneider è stata trovata morta nel suo appartamento di Parigi il 29 maggio 1982 all’età di 43 anni. È stato suggerito che si sia suicidata prendendo un cocktail letale di alcol e sonniferi. Tuttavia, non è stata eseguita l’autopsia. Schneider è stato dichiarato morto per insufficienza cardiaca.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More