...
Все для WEB и WordPress
WEB и WordPress новости, темы, плагины

Vita personale di Natalia Varley

2

Natalya Varley è una delle attrici più amate del nostro paese. Nonostante oggi non venga quasi mai filmata, il pubblico la conosce e la rispetta, dai più piccoli agli anziani. Forse non c’è una sola persona che non l’avrebbe vista "Prigioniera del Caucaso" o "Viya". La sua vita personale eccita il pubblico non meno del suo lavoro. Inoltre, per molto tempo Varley non ha parlato della sua vita e solo le voci su di lei sono circolate in tutto il paese.

Natalia Varley è nata nella città di Constanta in Romania nella famiglia di un capitano di mare. L’infanzia di Natalia è già passata a Murmansk e in seguito la famiglia si è trasferita a Mosca.

Una volta, la madre portò Natasha a uno spettacolo circense. Alla cassa, la ragazza ha visto una pubblicità per uno studio d’arte circense e, presto, di nascosto dai suoi genitori, è andata a studiare lì.

Nel 1965 si diploma alla School of Circus and Variety Art e inizia a lavorare nel circo su Tsvetnoy Boulevard. Fu lì che il partner del numero, il famoso clown Leonid Yengibarov, la presentò al regista Yungvald-Khilkevich e invitò la giovane attrice al film "Rainbow Formula". Così Varley è entrato nel meraviglioso mondo del cinema.

Il lavoro nel cinema le ha subito portato un grande successo. Dopo le riprese in Rainbow Formula, Natalya è stata notata da Gaidai e invitata a fare un’audizione per il Prigioniero del Caucaso. Tra le quasi cinquecento attrici, il regista ha scelto lei, una diciannovenne diplomata alla scuola di circo. Gaidai non ha fallito: l’eroina Varley, "una studentessa e un membro del Komsomol" Nina si è innamorata dell’intero paese.

I fan hanno bombardato l’attrice di lettere, hanno cercato di incontrarla per strada, hanno confessato il loro amore. Aveva anche una sua vita personale, per niente facile.

Nel 1967 ha sposato il regista Leonid Burlyaev. Il loro matrimonio non durò a lungo, la coppia si separò presto.

Vedendo Varley ne Il prigioniero del Caucaso, Vladimir Tikhonov, figlio di Nonna Mordyukova e Vyacheslav Tikhonov, si innamorò di lei. Natalia ha ricambiato e i giovani si sono sposati. Immediatamente dopo il matrimonio, secondo l’attrice, suo marito ha iniziato a essere terribilmente geloso di lei per tutti. Credeva ai pettegolezzi, sospettava costantemente che sua moglie fosse infedele, sistemava le cose. E presto divenne dipendente dall’alcol. Tuttavia, la coppia ha avuto un figlio, Vasily.

Dopo la sua nascita, Natalya ha deciso di divorziare dal marito e ha iniziato a crescere suo figlio da sola. Incapace di lasciare il ragazzo ai suoi parenti e costretto a guadagnare soldi, Varley portò il bambino con sé alla sparatoria. L’attrice si è completamente immersa nel lavoro e nell’educazione di suo figlio e non poteva nemmeno immaginare l’aspetto di un altro uomo nella sua vita.

Quando il ragazzo è cresciuto, Natalya, che scriveva poesie fin dall’infanzia, ha deciso di realizzare il suo sogno ed è entrata nel Gorky Literary Institute. Studiando nel 2 ° anno, l’attrice ha dato alla luce un altro figlio: Alexander. Fino ad ora, tiene segreto il nome di suo padre.

Il figlio maggiore Vasily si è laureato all’Istituto di Arti Contemporanee. Nel 1995, lui e sua moglie hanno dato a Varley il loro primo nipote, Zhenya. Il figlio più giovane Alexander sta studiando alla Facoltà di Giornalismo. L’attrice, che non predilige i giornalisti, scherza: "Se i tuoi programmi televisivi sono simili a quelli che inondavano l’aria, attenzione: ti ho partorito, ti ammazzo!"

Oggi, Natalya Varley recita raramente nei film, ma lavora molto a teatro ed è impegnata nel doppiaggio di film e programmi TV. Scrive poesie, pubblica le sue raccolte.

L’attrice si è recentemente sposata di nuovo. Essendo una persona profondamente religiosa, sposò il suo giovane marito. Cerca di parlare meno della felicità della sua famiglia in pubblico, preferendo che i fan prestino più attenzione al suo lavoro.

E se lo scopo della relazione fosse qualcosa di incondizionato di cui sia l’uomo che la donna potrebbero assumersi la responsabilità? E se questa fosse… la pratica dell’amore? L’amore è ciò che è dentro di noi; qualcosa di cui siamo responsabili sia nel bene che nel male. L’amore ci permette di concentrarci sui nostri sforzi e responsabilità, così come di notare i vantaggi del nostro partner. Troppe persone si concentrano sul prendere qualcosa dalla relazione. Ma, per una relazione armoniosa, devi dare, assumerti la responsabilità della tua felicità e poi "investirla" negli altri.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More