Все для WEB и WordPress
WEB и WordPress новости, темы, плагины

REGINA CINQUE

1

Irina voleva vedere come si svegliano i nasturzi, gli astri, le dalie. Alla ragazza sembrò che anche i fiori fossero dipinti dalle fate. Voleva avere lo stesso vestito rosa del soffice aster. E corallo bianco color dalia.

Irina ha provato i colori floreali, avendo nel suo “guardaroba" due abiti: per una vacanza e per tutti i giorni. Koraliki a base di cenere di montagna. Orecchini – dalle ciliegie. Le spille sono fatte di spighette di grano e segale. Li ho attaccati con una spilla al vestito "per tutti i giorni" ed ero "alla moda, alla moda".

Irina amava guardare le pagine "alla moda" delle riviste e disegnare sciarpe, scialli, perline per i modelli. La ragazza stessa si è vestita in modo abbastanza modesto. I genitori-coltivatori non avevano soldi extra. E poi tutto è diventato scarso. Non c’era niente da comprare nemmeno un metro e mezzo o due di chintz.

Il compagno di classe Vasily ha corteggiato Irina quasi dalla prima elementare. Ma ho passato la prima volta a casa quando ero all’ottavo anno.

Oksanka era considerata una fashionista. La sua famiglia "è andata in Canada" dai parenti. Pertanto, la compagna di scuola di Irinina aveva cose tali che il villaggio non aveva visto.

Oksanka è venuta al club per le cose all’estero, ha disprezzato i suoi umili compaesani e ha lanciato sguardi amorevoli a Vasily. Le piaceva il ragazzo. Oksanka disse alla sua migliore amica: “Cosa ha trovato Vaska in Irina? Non c’è altro che una lunga treccia. "Irina è una brava studentessa." «Dobbiamo andare dall’indovino. Quindi Vaska non guarderà Irina. "Oksana, di cosa stai parlando?!" – Ha spaventato la ragazza.

Non è noto se Oksana sia andata o meno da un indovino, ma in primavera, durante il suo ultimo anno, Vasily iniziò a frequentarla.

Irina da allora iniziò a vergognarsi della sua povertà. Oksanka è una fashionista. Ricco. Sua madre vende scialli e vestiti all’estero. Quindi Vasily comprò una fortuna, ragionò la ragazza.

Dopo la laurea, Irina è andata al centro regionale per trovare lavoro in una delle imprese. “Baby, lavora sodo nelle fabbriche e negli stabilimenti. Sei così magro. Forse cambierai idea? chiese la madre. — Sarebbe meglio se andassi a studiare in una scuola di cucito. Avrei sempre un centesimo "fresco". E più vicino a casa. Ci sono diverse decine di chilometri nella regione. E al centro del distretto, alla scuola, è facilmente raggiungibile. ” La figlia ha tenuto duro.

Irina voleva guadagnare soldi per vestiti, scarpe decenti e non solo per se stessa, ma anche per sua sorella minore. Allenamento posticipato.

Una bella ragazza ha attirato l’attenzione dei ragazzi di fabbrica. Ma Irina non pensava all’amore. L’insulto inflitto da Vasily ferì. Invece di uscire insieme, correva in biblioteca nel tempo libero. E la guardia del dormitorio zia Tosya, a cui piaceva la ragazza modesta, chiese alla sua vicina Polina Aristarkhovna, un’insegnante in pensione, di aiutare Irina con l’inglese. La ragazza una volta ha confessato al guardiano che voleva andare all’università.

A zia Tosya non piaceva parlare di come la sua quindicenne Tanya tornasse tardi da un’amica di una casa vicina e di come fosse stata attaccata dai teppisti. Dopodiché, Tanya visse poco più di un mese. Pochi anni dopo la morte della figlia, zia Tosya rimase vedova. Lei ha già sessant’anni. Triste a casa. Nell’ostello, la guardia non è piaciuta, perché è molto severa. Prova a tornare dopo le dieci di sera o invita un ragazzo a fargli visita. E tiene le ragazze fuori dai guai.

Le ragazze dell’ostello sono rimaste sorprese: come Irina riesca a sembrare così bella con abiti normali. Sorrise, definendosi la "regina del calicò". Perché non c’erano soldi per i vestiti realizzati con tessuti costosi. E non c’era nessun posto dove comprarli, tranne forse "dalle mani".

Per gli abiti di chintz, la ragazza ha realizzato cinture, perline, intrecciando elementi all’uncinetto. Ha imparato a combinare l’incongruo. Mi sono sempre chiesto come appaiano armoniosamente i fiori multicolori nel giardino. Alcuni colori, a quanto pare, dovrebbero "giurare" l’uno con l’altro. E loro, al contrario, creano una gamma sorprendente e insolita.

Una volta non le piaceva il marrone a causa della sua uniforme scolastica. Ora la ragazza "pregò" il suo perdono. Ho preso "amici" per lui da altri colori in modo che il marrone non sembrasse triste.

E i colori grigi di "mouse" si sono trasformati nelle fantasie di Irina in una bellezza bizzarra.

Irina ha regalato coralli e cinture alle ragazze dell’ostello per il loro compleanno. Indossavano gioielli ad un appuntamento, al cinema…

Rimase in passato fabbrica, formazione all’università. Ha sposato Oksana Vasily. Ora si stanno segando a vicenda. Irina ha comprato un monolocale a Krusciov. Mentre lavoravo a scuola, insegnavo, traducevo, non mi ero accorto di come fossero passati trenta, trentacinque. La sorella minore si è sposata e ha avuto un figlio. Nei fine settimana, Irina si precipita non dai suoi genitori, ma da sua sorella, che vive nel centro regionale. Sulle sorelle, la domanda sulle battute personali: "I tifosi se ne sono andati". E la madre non chiede nemmeno niente.

Christian è entrato nella sua vita per caso. Era confuso, cioè perso, in una trafficata strada metropolitana. Il canadese si guardò intorno impotente. I loro occhi si incontrarono. Cominciò a spiegare qualcosa: "scusa", "hotel", "strada" … Irina ha chiesto in inglese cosa fosse successo e come avrebbe potuto aiutare. L’uomo, come se vedesse uno spirito affine dall’altra parte del mondo, disse di essere venuto nella capitale per stabilire contatti con nuovi soci. Ha chiesto se il suo salvatore vive qui. Sentendolo in Occidente del Paese, ne fu ancora più imbarazzato: da qui nacquero le radici del nonno e della nonna.

… Due anni dopo l’incontro nella capitale, Christian stava portando sua moglie in Canada.

A mio marito sono piaciuti i prodotti di Irina. "Forse volevi aprire il tuo negozio?" domandò.

Il piccolo negozio si chiamava "The Chintz Queen". Contiene oggetti della sua terra natale – alcuni vengono inviati da sua sorella. E tanti coralli, orecchini, bracciali, cinture realizzate dalle mani di Irina. Il suo negozio è popolare. Un noto negozio nordamericano si interessò a lui. E i figli dei loro conoscenti, amici e alcuni clienti esporranno presto qui i loro semplici disegni e dipinti "per adulti". Christian ha avuto l’idea.

Irina ha già capito come condurrà la prima presentazione. Lo inizierà dal cortile: vicino alla panchina crescono astri, calendule e altre cose multicolori. “Quando il cielo si illumina alla prima alba del mattino, piccole fate con minuscole lanterne svegliano i fiori…”. Queste saranno le sue prime parole.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More